News ed Eventi /

23 March 2022

Protocollo di legalità tra ANCE e Prefettura per prevenire i tentativi di infiltrazione criminale

Contrastare i tentativi di infiltrazione criminale negli appalti. Con questo intento ANCE Brindisi ha aderito al protocollo di legalità sottoscritto a livello nazionale dal Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e dal Presidente di ANCE Gabriele Buia.

Oggi il numero uno dei costruttori brindisini, Angelo Contessa e il Prefetto Carolina Bellantoni hanno formalizzato l’intesa a livello locale con la firma dell’atto di adesione, alla gradita presenza del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi e dei vertici territoriali delle Forze dell’Ordine.

Diventano quindi pienamente operative le indicazioni previste dal protocollo – di durata triennale - che mirano a rafforzare la prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nei contratti stipulati dalle imprese, associate ad ANCE Brindisi, con i relativi subappaltatori e fornitori operanti nei settori di attività maggiormente esposte a rischio di infiltrazione mafiosa.

In base a quanto stabilito dal documento, anche i costruttori edili brindisini di Ance si impegnano a promuovere presso tutte le imprese associate l'adozione di regole mirate a disciplinare la scelta responsabile dei propri fornitori e subappaltatori, attraverso la preventiva verifica di iscrizione degli stessi nelle "white list" o nell'Anagrafe antimafia degli esecutori.

Ance Brindisi avrà accesso diretto alla banca dati ministeriale per la verifica dei profili antimafia, controllando a monte il rischio di infiltrazioni mafiose nei contratti dei propri associati.

L’adesione da parte delle aziende – volontaria e facoltativa – permetterà, altresì, alle stesse di ottenere un incremento di punteggio ai fini dell’attribuzione del rating di legalità.

“ANCE Brindisi ha avviato da tempo una serie di attività finalizzate ad implementare una rete per promuovere la cultura della legalità e della trasparenza – ha dichiarato il Presidente Contessa – e il Protocollo, stipulato in data odierna, rappresenta uno strumento quanto mai utile a rafforzare la sinergia tra il mondo delle imprese e le Istituzioni finalizzata a garantire la massima prevenzione/protezione nelle attività del comparto edile”.